Brindisi, ora siamo un pò più... Happy!

Scritto da Redazione on . Postato in Il direttore

MLD_0908

Happy… new year! Fino a Cremona, nessuna reazione poi la tendenza si è invertita e ora, prima volta dall’inizio del campionato, Brindisi ha lasciato l’ultima posizione a Pesaro, agganciando Varese e Pistoia e ridimensionando i tentativi di fuga di Reggio Emilia. Contro Varese, una partita perfetta per trentanove minuti, poi sciagurata negli ultimi sessanta secondi con un parziale di 0-10 che aveva spianato la strada ai supplementari, infine riacciuffata con grinta e cuore nei cinque minuti successivi. Tutto sembrava già perso, e forse aver visto il baratro ancora più da vicino, ha svegliato definitivamente la squadra che ora viaggia con due vittorie nel nuovo anno. Non si può far finta che le prime dodici partite non siano esistite, anzi da quelle, e dai tanti errori commessi, si riparte. Il bis concesso a Reggio Emilia testimonia che ci sono potenzialità ancora inespresse e che coach Vitucci sta mettendo in luce.

Certo, non tutto è risolto, alcuni giocatori sono ancora ampiamente al di sotto delle proprie possibilità e resta ancora da sciogliere il nodo della panchina e soprattutto degli italiani, il cui minutaggio in Emilia è stato vicino allo zero, tolti i quattro minuti in campo di Cardillo. L’assenza di Giuri sicuramente incide in questo dato, ma l’apporto che i giocatori nostrani, o formati o equiparati tali o chiamateli come vi piace, nelle altre squadre è importante, tanto da garantire ad alcune di esse di competere per i premi di fine anno messi a disposizione dalla Federazione per l’utilizzo concreto in campo. Cantù è una di queste. Burns, Crosariol, Cournooh, Parrillo, Maspero e Raucci garantiscono un minutaggio e un contributo alla causa importante. Soprattutto i primi due citati, stabilmente in quintetto base, e ampiamente sopra la doppia cifra per punti fatti di media.

Il tema è di dominio pubblico nella diatriba, ormai deragliata, tra Fip e Lega Basket, quest’ultima che per fare un favore alle grandi del campionato ha sposato l’apertura ad un numero maggiore di stranieri. La Federazione rispedisce al mittente, sostenuta fortemente anche dall’Associazione giocatori che punta invece al ridimensionamento.

leggi anche: Lega vs Fip, è scontro totale su eleggibilità e impianti

Happy Casa e nuove risorse

Scritto da Redazione on . Postato in Il direttore

presentazione dell agnello0018

Si riparte!. Con tante difficoltà, in campo e fuori, ma con la stessa voglia di fare bene. Anche noi di SM stiamo cambiando pelle, con un processo sicuramente più lungo del previsto ma che ci porterà ad avere un assetto definitivo a breve e con tante novità in arrivo. Andiamo per ordine. Da quell’ormai famoso 7 maggio, giorno in cui la New Basket si giocava l’accesso ai play off a Venezia e cadeva sotto i colpi dei futuri campioni d’Italia, sembra passato un secolo. La Brindisi cestistica è rimasta con il fiato sospeso per le notizie, non sempre positive, che arrivavano. Alla fine, il dado è stato tratto. Via Meo Sacchetti dalla guida tecnica della squadra dopo un anno con ombre che luci (subito accasatosi a Cremona ripescata dopo la vicenda Caserta e poche settimane dopo nominato anche allenatore della Nazionale al posto di Ettore Messina a partire da novembre) e firmato Sandro Dell’Agnello che ha subito cambiato pelle e impronta.

Pochi sfarzi rispetto al passato e tanta sostanza, forse meno spettacolo e tanta difesa e concretezza come abbiamo visto nelle uscite del precampionato. Squadra nuova per sette innesti, confermati i soli Cardillo, Donzelli (ora infortunato e fuori per 40 giorni, ndr) e e Mesicek e tanti volti nuovi per affrontare il sesto campionato consecutivo in Lega A. Che sembrava un sogno, ora è diventata una meravigliosa realtà.

150 e non sentirli

Scritto da Redazione on . Postato in Il direttore

Lo scorso ottobre, ad inizio stagione, avevamo scritto: "Ancora insieme. Per il decimo anno consecutivo Supporter’s Magazine sarà il vostro compagno di viaggio al fianco della squadra della nostra città, senza dimenticare tutto quello che succede nel resto della Lega A e nella pallacanestro in generale. Grazie al Brindisi Basket Club 2005, che continua a credere con tenacia nel progetto, a tutti i redattori, i fotografi, i corrispondenti da Brindisi e tutta Italia e i tanti sponsor. Come si dice in questi casi, seguiteci, ne vedrete delle belle! Ripartiamo, nel nome di Antonio Corlianò, e nel nome della nostra squadra. Sarà la stagione del nostro numero 150, che sia una festa per tutti".

Ora il giorno dei 150 numeri è arrivato. Lo celebriamo con una conferenza stampa presso il ristorante "Fornari" alla presenza di giornalisti, giocatori della New Basket, allenatore e presidente della squadra, tanti amici del giornale. Quando tre anni fa ho ereditato la direzione di Supporter’s Magazine ho pensato di avere avuto una grande responsabilità ma al tempo stesso il piacere di occuparmi concretamente di un progetto di Brindisi e per Brindisi. Il basket in primo piano, ma non solo. La passione per lo sport brindisino e la voglia di emergere anche a livello nazionale.

Non è facile e le difficoltà sono tante, ma l’impegno è notevole e i risultati sono sotto gli occhi di tutti: 150 numeri del giornale cartaceo e da quest’anno official match program dell’Enel New Basket Brindisi. Inutile dire che questo è un punto di partenza e non di arrivo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.