Nasce l'alleanza "Insieme per il cancro" e Coni

Scritto da Redazione on . Postato in Blog

Il 20 per cento dei tumori è causato dalla sedentarietà. I benefici dell’attività fisica sono evidenti e diversi studi hanno dimostrato la sua influenza su alcune delle neoplasie più frequenti: riduce del 12% il rischio di sviluppare il cancro al seno, del 44% al colon retto e del 55% al polmone. In Italia però ancora troppi cittadini non praticano nessuno sport, i sedentari rappresentano il 39,2% della popolazione, pari a circa 23 milioni di persone. La Fondazione “Insieme contro il Cancro” e il CONI siglano a Roma un protocollo d’intesa biennale per promuovere campagne di sensibilizzazione sugli stili di vita sani (no al fumo, attività fisica costante e dieta corretta).

Complessivamente in Italia ogni anno più di 73 mila casi di tumore potrebbero essere evitati grazie al movimento, con conseguenze importanti anche in termini di risparmi. Le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) consigliano circa 150 minuti a settimana, cioè 2 ore e mezza, di attività fisica aerobica, come camminare, correre, andare in bicicletta, a un ritmo moderato-intenso - spiega il prof. Francesco Cognetti, presidente di ‘Insieme contro il Cancro’ -. Il movimento fisico esercita effetti preventivi e terapeutici e può essere paragonato a un farmaco che, opportunamente somministrato, previene gravi malattie come i tumori e ne impedisce lo sviluppo, garantendo considerevoli vantaggi sia ai cittadini che al sistema sanitario. Ricerche dimostrano che i livelli attuali di attività sportiva in Italia fanno risparmiare 1,5 miliardi di euro l’anno al Servizio sanitario nazionale. A questa cifra si aggiungono 178 milioni di costi non sanitari. Inoltre se si abbassasse soltanto dell’1% la percentuale di persone sedentarie si otterrebbero ulteriori risparmi pari a 200 milioni di euro l’anno”.

Trento rinnova l'impegno per i richiedenti asilo

Scritto da Redazione on . Postato in Blog

Lo scorso anno la Dolomiti Energia Trentino aveva aderito a One Team, il progetto di responsabilità sociale promosso da Euroleague Basketball per stimolare iniziative che utilizzino le potenzialità del basket come mezzo per creare relazione e integrazione tra persone che hanno storie, esperienze e abilità diverse. Così nella stagione 2015/16, insieme ad ATAS e a Centro Astalli, coordinati dal Cinformi della Provincia Autonoma di Trento, la società bianconera aveva organizzato una squadra di basket per richiedenti asilo che si è allenata per sei mesi sotto la guida di un coach della Dolomiti Energia Trentino.

Il capitano Toto Forray era stato più volte a seguire gli allenamenti dei quasi 30 richiedenti asilo provenienti dall'Africa o dall'Asia che nell'appuntamento settimanale del giovedì avevano trovato l'occasione di divertirsi, parlare in italiano con i volontari e gli allenatori, conoscersi e crescere insieme come gruppo e come squadra.

“Volevamo dare uno spazio a ragazzi che già giocavano a pallacanestro, così da permettere loro di fare in Italia quello che facevano prima. In realtà, non c’era nessuno che avesse maturato esperienze di basket, ma la risposta è stata ugualmente sorprendente”, aveva dichiarato Salvatore Trainotti, direttore sportivo dell'Aquila.

New Basket Brindisi, lo shop va anche online

Scritto da Redazione on . Postato in Blog

enel store045Basterà un click a Francesco che studia in Brasile e a Luca che lavora in Belgio, così come ad Anna da cinque anni in Canada e a Vincenzo, ormai impegnato a Mosca. Il mondo si restringe per i tifosi della New Basket Brindisi e la passione non conosce più confini grazie allo store on line, disponibile dal 2 gennaio 2016. Canotte, sciarpe e ogni altro gadget biancazzurro sono pronti a raggiungere ogni angolo del mondo per avere più vicini i nostri colori. Il nuovo anno inizia così con una grande novità: basteranno pochi secondi per acquistare tutti gli articoli presenti nel New Basket Store di corso Garibaldi. Un’altra promessa mantenuta dopo l’apertura del punto vendita in città, che grazie alla passione dei tifosi ha raggiunto ottimi risultati nei primi tre mesi di vita e resterà aperto per tutto il 2016 divenendo una realtà stabile. E a breve il merchandising della New Basket, sia presso lo store che nello shop online, è pronto ad accogliere la nuova collezione primavera/estate.

Come funzioneranno gli ordini via web? Tutto molto facile e veloce. Lo Store Online è infatti integrato nel sito www.newbasketbrindisi.it e sarà accessibile cliccando sull’apposito banner ben visibile in home page. La spedizione in Italia è garantita entro 3 giorni lavorativi a un costo di 7 euro, mentre è gratuita per ordini superiori a 100 euro. Chi tifa New Basket Brindisi e risiede all’estero potrà invece scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , dove lo staff è disponibile per ogni informazione, così da concordare il metodo più facile, economico e veloce per ricevere il proprio “pacco biancazzurro”. Perché la passione non ha confini.

I primi cinque acquirenti online riceveranno una piacevole sorpresa; basteranno pochi click per far parte del primo quintetto biancoazzurro. #passionesenzaconfini

Ufficio stampa New Basket Brindisi / foto: Michele Longo (Ciam/Cast)

Teva, a Varese nasce "Basket scuola di vita"

Scritto da Redazione on . Postato in Blog

Si rinnova, dopo i successi degli anni passati, l’appuntamento con “Basket: una scuola di vita”, promosso da Teva e Pallacanestro Varese. L’iniziativa, giunta al 14esimo anno consecutivo e patrocinata da Fip, Coni e dal Comune di Varese, darà la possibilità a oltre 2500 bambini e ragazzi che frequentano le scuole della Provincia di Varese di avvicinarsi al mondo del basket. Lo scopo è di promuovere la pallacanestro, sport simbolo della città, e di avvicinare i ragazzi ai valori fondanti dell’etica sportiva, come la dedizione in vista di un obiettivo, la correttezza e il rispetto per l’avversario.

Lo slogan scelto per entrare nelle scuole è “Basket: sport come palestra per la ricerca della felicità, della passione e dell’autorealizzazione”, per sottolineare il ruolo fondamentale dello sport nella ricerca non solo del benessere fisico ma anche di un equilibrio interiore e di un approccio più positivo alla vita.

Il progetto prevede incontri negli istituti primari e secondari in cui i giocatori della prima squadra della Pallacanestro Varese illustreranno agli studenti gli aspetti più formativi e autentici della pratica sportiva, la possibilità di richiedere biglietti omaggio per la partite alle classi interessate e due concorsi in cui verranno premiati i migliori striscioni per il tifo e le migliori opere creative realizzate dalle scolaresche.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.