Reyer in festa, vince il suo terzo scudetto femminile

1716396734519Campionesse d’Italia! Sembrava impossibile anche solo a pensarlo ed invece è tutto vero. La serata a Schio, che ha dato la terza vittoria nella serie finale, e il terzo scudetto della storia femminile, ha regalato lo scudetto alle ragazze allenata da coach Andrea Mazzon che ha dominato in campionato e si sono consacrate con la semifinale di Eurocup Women. Aver vissuto questa splendida cavalcata sempre al fianco di questa Squadra, avete letto bene con la S maiuscola, perché nonostante le mille difficoltà, nonostante gli infortuni di Santucci prima e di Cubaj poi prima dell’inizio della serie con Roma, nonostante gli up and down di questa stagione, queste ragazze hanno lottato e gettato il cuore oltre l’ostacolo in qualsiasi momento.

Vederle dal vivo in tutte le partite casalinghe di campionato e coppa ed essere stata presente in diverse trasferte complicate come per esempio Roma e Torino su tutte, mi ha fatto innamorare sempre di più di questa squadra. Mi ha fatto capire che poi alla fine tutti i nostri sforzi sono stati ripagati nella maniera migliore possibile, con la vittoria del terzo scudetto della storia oro-granata.

Aver avuto l’occasione di festeggiare dal vivo lo scudetto a Schio (vittoria 74-80, ndr) è qualcosa di meraviglioso, incredibile. Probabilmente ad inizio anno nessuno ci avrebbe creduto, ma tutti gli sforzi che ogni singola giocatrice ha fatto per questa storica maglia è stato ripagato con la conquista di un titolo. Queste ragazze hanno scritto una pagina di storia reyerina. Questa stagione è stata a dir poco spettacolare ma allo stesso tempo lunga ed intensa: qualificazione matematica alla prossima EuroLeague Women, aver chiuso l’Eurocup Women ancora tra le prime 4 uscendo in semifinale a testa alta contro le campionesse del London Lions, primo posto matematico al termine della stagione regolare e poi infine questo splendido scudetto.

leggi qui il recap sul sito della Lega Basket femminile

MATILDE VILLA GIOCA DA VETERANA - Obiettivi che erano stati prefissati ad inizio anno ma che non erano affatto scontati. La serata di ieri testimonia come queste ragazze hanno onorato al meglio la maglia che indossavano andando oltre ogni difficoltà e soprattutto vedere una ragazzina di soli 19 anni che gioca queste finali scudetto con una tranquillità e un’intelligenza cestistica di una di 10 anni più grande di lei è qualcosa di pazzesco. La ragazza in questione è proprio lei, Matilde Villa, il futuro della nostra nazionale ed il futuro di questa Reyer. Matilde, ha disputato queste finali con cifre di tutto rispetto: 15.3 punti con il 66% da due ed il 50% da tre. 

L’Mvp, secondo il mio punto di vista, è Awak Kuier. La giovane ala grande classe 2001, alla sua seconda stagione in maglia Reyer, ha avuto una crescita esponenziale e non a caso è stata colei che ha trascinato le proprie compagne alla conquista del terzo tricolore. Del suo futuro non si è ancora deciso in quanto le scade il contratto proprio al termine di questa stagione, ma l’augurio di tutti i tifosi reyerini e non solo è che l’mvp delle finali scudetto rimanga a Venezia anche nei prossimi anni per poter raggiungere altri traguardi importanti. Quello che succederà in futuro è tutto da vedere, ma adesso quel che è certo è che i festeggiamenti dello scudetto non finiranno qui. Ci sarà la parata sul Canal Grande, ci saranno altri momenti di festa. Per ora, godiamocela. 

leggi anche: La stagione capolavoro dell'Umana Reyer Venezia

Chiara Morbio 

credits photo: Reyer Venezia

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.