Brindisi non ci siamo. Salvezza lontana

1707688084387Così non ci siamo Brindisi! Non è tanto il risultato maturato al Forum, un facile 69 a 55 per i padroni di casa che dà amarezza alla sedicesima sconfitta della Happy Casa, arrivata a nove delusioni in dieci trasferte giocate. Si dirà che non era certo il Forum il campo nel quale muovere la classifica, e che non era questa la Milano adatta a far rivivere l’impresa degli “eroi” del 13 ottobre 2019, allorché Brindisi sbancò Assago per la prima volta nella storia (poi è arrivata una seconda vittoria al Forum nel dicembre 2020, ndr). Ma va anche sottolineato che, in questa stagione, il campo dei milanesi è stato amico sia di Pesaro che di Pistoia: entrambe squadre, soprattutto gli adriatici, non esattamente irresistibi

Non ci siamo perché, dopo un primo quarto promettente con Brindisi avanti 14 a 13, nella fase centrale del secondo periodo Milano piazza il parziale di 14 a 4 che, insieme alle due triple nell’ultimo minuto di gioco di Shields e di un Napier ispirato (11 punti e miglior marcatore per Milano), virtualmente chiude la partita già all’intervallo lungo sul 36 a 25 per i padroni di casa.

La ripresa non cambia gli assetti tattici, e vede Milano giocare al piccolo trotto, mandando a referto tutti i suoi 12 uomini, mentre la Happy Casa non dà mai l’impressione di poter rientrare in partita. Il primo time-out della ripresa di Sakota arriva con 4’18 da giocare nel terzo quarto, sul meno 16 (46 a 30), il secondo addirittura a 2’07 dal termine sul meno 18 (67 a 49), a partita ampiamente conclusa. 

Non ci siamo, perché spendere solo 15 falli in una partita dove, se non con il tasso tecnico, Brindisi avrebbe dovuto almeno lottare su ogni pallone e mostrare i muscoli ai milanesi, non sembra un buon viatico per una salvezza che a 10 giornate dal termine della regular season di LBA si fa sempre più difficile. Non ci siamo, perché a lunghi tratti in campo si è visto, soprattutto nella ripresa, tanto, troppo isolamento degli americani, schema che a sua volta ha portato a conclusioni non efficaci, la Happy Casa ha tirato 13/51 da 2 e 6/20 da 3, ma questa sera Brindisi, oltre a spirito poco pugnace, ha mostrato pochissimo gioco di squadra

Sul fronte dei singoli, buona la prova di Sneed, 17 punti e 6 rimbalzi, solida anche la partita di Bayehe, 10 punti e 9 rimbalzi, discreto Morris, 10 punti ma 2/11 dal campo, come Laszewsky, 10 i suoi punti con 6 rimbalzi. Negativi Senglin, appena 1/8 al tiro, e Bartley, per lui 1/9 dal campo, con soli tre punti a testa.
Dopo la lunga sosta per le Final Eight di Coppa Italia e le nazionali, la lotta per la salvezza di Brindisi passerà necessariamente dai successi casalinghi contro Cremona, Trento e Sassari, partite tutte in calendario a marzo, e dalla sfida salvezza casalinga contro Treviso del 7 aprile. E, magari, da almeno un colpo esterno.

foto servizio di Matteo Insam

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.