banner sito COL 950x350

x

Cska Mosca: cambia il roster, restano le idee vincenti

daniel-hackett-cska-moscow-eb19Nello sport si dice squadra che vince non si cambia, ma a volte ci sono delle eccezioni. Infatti, il CSKA Mosca dopo essere salito sul tetto d’Europa lo scorso anno alla Fernando Buesa Arena, a Vitoria, in estate ha cambiato molto. Nando De Colo, Sergio Rodriguez, Cory Higgins e Othello Hunter hanno deciso di intraprendere nuove avventure, ma il club moscovita nonostante queste importanti addii ha saputo trovare la ricetta vincente per rimanere ai vertici della Turkish Airlines EuroleagueIn attesa di conoscere le decisioni dell'Eca il 24 maggio sulla ripresa o meno dell'Eurolega (e di Eurocup), ecco tre punti fermi sul Cska, che al momento della sospensione viaggiava con 19 vittorie e 8 sconfitte. Ricordando Roman Abzhelilov, uno dei medici della squadra, scomparso per Coronavirus dopo due settimane di ricovero in terapia intensiva a Mosca. Aveva 44 anni e lascia tre figli. 

Daniel Hackett - Dopo aver indossato le canotte di Treviso, Pesaro, Siena, Milano, Olympiacos e Bamberg, il nativo di Forlimpopoli, ma pesarese a tutti gli effetti, veste da due stagioni quella del CSKAGiocare per una squadra così prestigiosa non è semplice per nessuno, ma Daniel mese dopo mese ha conquistato la fiducia di coach Dimitris Itoudis e dei suoi compagni di squadra, diventando un vero e proprio punto di riferimento e soprattutto lo specialista difensivo. Prima con De Colo e Rodriguez, poi con Mike James ha sempre dimostrato di poter essere all’altezza di questi grandi campioni perchè diciamolo anche lo stesso Daniel lo è. Fino a quando si è giocato viaggiava a 8.9 punti e 2.7 assist a partita con il 44,2 per cento da tre punti. La sua miglior partita contro l'Olimpia Milano quando segnò 28 punti con 6 su nove da tre punti. 

Dimitris Itoudis - Ci sono allenatori che non sono solo dei semplici coach, ma che sono dei veri e propri maestri della pallacanestro. Non tutti hanno avuto la fortuna di poter essere per tantissimi anni uno degli assistenti di coach Zele Obradovic, ma Itoudis lo è stato ai tempi del Panathinaikos ed ha potuto immagazzinare diversi concetti. E’ stato eletto come miglior allenatore dell’anno in due occasioni (2016 e 2019) e non è un caso perchè guidare un club blasonato come il CSKA non è semplice perchè ci sono tanti fattori che devi controllare. Dopo aver vinto l’Eurolega a Berlino nel 2016, a distanza di tre anni ne ha conquistata un’altra sempre con il club russo ed ha mantenuto la promessa fatta al presidente Andrey Vatutin. Che a Russia24 ha ultimamente dichiarato: "Uno dei problemi principali è la perdita di incassi. È chiaro che non vendendo biglietti, senza partite, gadget e riprese non ci sarà nessuna entrata per nessun club. Abbiamo già considerato che un numero di sponsor, sfortunatamente, non sarà in grado di continuare il proprio rapporto con il CSKA", ha dichiarato -. È anche chiaro che il budget sarà molto ridotto. Non voglio esagerare, perché tutte le squadre sono nella stessa posizione".

Oltre gli ostacoli - Non è mai facile ripartire quando c’è una cosiddetta “rivoluzione”, ma coach Itoudis non ha fatto drammi ed è ripartito da chi è rimasto: Kyle Hines, Daniel Hackett e Will Clyburn. Tra i nuovi volta della squadra quello più intrigante è stato certamente l’arrivo di Mike James. Il coach dei campioni d’Europa ha saputo toccare le corde giuste ed ha messo nelle condizioni migliori il nativo di Portland. Ci sono state volte in cui l'ex giocatore di Milano è stato decisivo ed altre no, ma Itoudis ha sempre avuto fiducia in lui e per un giocatore questo vuol dire tanto. Inoltre, dopo le prime partite della massima manifestazione europea, il CSKA ha subito una bella tegola, ovvero il grave infortunio subito da Clyburn, mvp alle Final Four 2019.  Nonostante questo i russi si sono rimboccati le maniche ed hanno disputato una buonissima Eurolega. Insomma le grandi squadre si vedono soprattuto in questi momenti. E in caso di ripresa sapranno essere sicuramente ancora grandi protagonisti in Europa. 

Lorenzo Lubrano

ph: credits Euroleague.net

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.