Reyer, doppio ko. La nuova arena resta prioritaria

Il-rendering-del-Bosco-dello-Sport-809x420-1-768x399Weekend da dimenticare per la Reyer Venezia, entrambe le prime squadre hanno perso in campionato rispettivamente contro la Women Dinamo Sassari per il femminile e Pallacanestro Trieste per il maschile. Se per la prima squadra femminile il ko esterno contro le sarde non pesa tanto, visto che restano comunque saldamente al terzo posto in classifica, per la squadra maschile il ko interno nel derby contro Trieste ha lasciato tanti dubbi ma soprattutto ha lanciato ancora tante polemiche sugli spalti con i tifosi che cominciano ad essere stanchi. Nelle ultime uscite Bramos e compagni avevano destato ottime impressioni andando vicini a vincere in un campo sempre molto caldo e difficile come quello della Virtus Segafredo Bologna, ma nella partita in casa contro una Trieste che veniva da due vittorie consecutive c'è stato un ampio passo indietro sia dal punto di vista offensivo che difensivo.

Preoccupante l'atteggiamento con cui sono scesi in campo i ragazzi guidati da coach De Raffaele per tutto l'arco della gara, salvo far vedere qualche sprazzo di "trance agonistica" di qualche giocatore nel terzo periodo riuscendo a recuperare 19 punti di scarto. Sicuramente è una sconfitta che pesa e che, come detto prima, ha destato parecchie preoccupazioni ma ora per i lagunari non c'è tempo di riposarsi, contro il Cluj Napoca dell'ex Victor Sanders, è partita che probabilmente arriva nel momento giusto dove gli oro - granata potranno riscattarsi e far vedere una faccia migliore al proprio pubblico. In questo momento i veneti occupano la settima posizione in LBA a sole quattro lunghezze di vantaggio dalla zona retrocessione mentre nella competizione europea occupano il quarto posto ma ancora con ampi margini di arrivare nelle primissime posizioni.

leggi anche: Leonessa, il 2022 è lontano. Anche Treviso è corsara

ANCHE LE RAGAZZE SCONFITTE A SASSARI -. Ko esterno anche per le ragazze di coach Mazzon, sconfitte di sole cinque lunghezze contro la Women Dinamo Sassari nella diciassettesima giornata del massimo campionato. Anche le ragazze non sono state impeccabili dal punto di vista difensivo, ma la loro sconfitta pesa di meno rispetto al maschile in quanto comunque Pan e compagne, con tante assenze in campo, sono ancora saldamente in terza posizione a più quattro dalle sarde che occupano il quarto posto. Anche per loro ci sarà subito la possibilità di riscattarsi, in quanto giovedì saranno impegnate nella gara di andata degli ottavi di finale di Eurocup Women in Israele contro Holon. Vincere potrebbe significare aver mezzo piede ai quarti, perdere di poco potrebbe comunque lasciare qualche speranza di passaggio del turno nella gara di ritorno.

Se per la prima squadra maschile il bilancio è ottimo solo nella competizione europea, per la squadra femminile il bilancio è più che positivo sia in Eurocup Women che in campionato dove, attualmente, le ragazze di coach Mazzon occupano il terzo posto in classifica in Italia (dietro l'imbattuta Schio e la Virtus Bologna, ndr) mentre in Eurocup hanno finito il girone con un primo posto a punteggio pieno e ora sono agli ottavi. Non erano assolutamente scontati questi risultati per il team femminile visto il roster molto giovane ed i vari problemi di infortuni e influenza che stanno ancora in atto.

IL BOSCO DELLO SPORT CON IL NUOVO STADIO E L'ARENA - Un altro regalo che farà felici tutti gli appassionati della palla a spicchi e non solo è che a breve inizieranno i lavori per il nuovo Stadio del Venezia Calcio e la nuova Arena per la Reyer che da, se tutto va per il verso giusto, a settembre 2027 (ma si parla anche del 2026) potrà giocare in un palazzetto nuovo da 10 mila posti. Il progetto si chiama "Il Bosco dello sport". Dal 30 dicembre 2022 ed entro il 28 febbraio saranno pubblicati i Bandi di gara per l’affidamento delle altrettante macrostrutture che compongono il progetto. Tra queste, l'Arena per un importo totale di 107.895.770 euro, di cui 45.962.573 quota Pnrr e 61.933.197 dal Comune di Venezia, e lo stadio in zona Tessèra per un importo totale di 82.720.000 euro, di cui 42.768.748 euro quota Pnrr e 39.951.252 dal Comune di Venezia. L’aggiudicazione dei lavori avverrà entro il 30 luglio 2023, al 30 settembre 2024 è invece prevista la realizzazione di almeno il 30 percento delle opere per raggiungere lo step della trasmissione del certificato di collaudo entro il 30 giugno 2026, in concomitanza con le Olimpiadi.

Un momento di grande gioia per i tifosi della Reyer e del Venezia che finalmente potranno avere degli impianti all'altezza per le varie competizioni. Per la città sarà sicuramente uno stimolo ulteriore il progetto del nuovo stadio e palazzetto, visto che nascerà a Tessera vicino l'aeroporto Marco Polo. Sperando che questo regalo da parte del patron Luigi Brugnaro possa dare anche quell'entusiasmo in più che fino a questo momento mancava alla Reyer e non solo.

leggi anche: Buon compleaano SSC Reyer 1872

Chiara Morbio

rendering progetto: Comune di Venezia

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.