banner sito COL 950x350

x

Tutti avvisati: Bologna è tornata a essere "Basket City"

Punteggio pieno per le due bolognesi in questo avvio di stagione. Sia la Pompea Fortitudo Bologna che la Segafredo Virtus Bologna vincono le prime due giornate di campionato e si trovano appaiate in vetta alla classifica a quota 4 punti. Questo non accadeva da 18 anni, alla terza giornata della stagione 2001-2002. Dopo un’assenza lunga dieci anni, la Fortitudo si presenta nel migliore dei modi al massimo campionato vincendo e convincendo. L’esordio è stato contro la VL Pesaro, in uno strano martedì sera, visto l’inizio infrasettimanale del 98esimo campionato di LBA, che ha visto l’esodo di oltre mille tifosi bolognesi. Una partita insidiosa, visto la rivalità storica non solo tra le due società ma anche tra le due tifoserie, che la Fortitudo ha saputo portare a casa grazie ad un terzo quarto di grande livello.

Lo stesso livello di gioco, intensità e agonismo che si è visto in campo contro Venezia. Nella prima partita casalinga al Pala Dozza, gli uomini di coach Martino hanno battuto sorprendentemente i campioni d’Italia in carica. In doppia cifra di vantaggio per larghi tratti della gara, Stipcevic e compagni hanno saputo arginare la consueta rimonta dei lagunari grazie a tanto talento ed esperienza. Proprio quest’ultima potrebbe essere la chiave di lettura di questa nuova Fortitudo: i riconfermati Mancinelli e Leunen, i nuovi arrivati Stipcevic e il grande colpo di mercato Aradori saranno coloro su cui coach Martino si presuppone spesso si affiderà nei momenti clou delle partite.

Parlando di grandi colpi di mercato la Virtus ne è stata indubbiamente protagonista portando in Italia Milos Teodosic, negli ultimi due anni ai Los Angeles Clippers. Ancora costretto ai box per un infortunio accorso durante un’amichevole in preparazione ai mondiali, che ha avuto in lui uno dei grandi assenti, si freme per il suo debutto in Italia, che potrebbe avvenire a breve secondo gli ultimi aggiornamenti, forse già domenica prossima contro venezia. Un avvio di stagione più soft per la Virtus che ha avuto la meglio prima sulla neopromossa Virtus Roma giunta a Bologna priva dell’asse Dyson-Jefferson, e nella seconda giornata vincitrice sul campo di Pistoia. Due partite abbondantemente alla portata delle Vnere in cui è stato registrato un nuovo record per il club bolognese per mano del nuovo play Stefan Markovic, autore di 12 e 14 assist nelle rispettive partite, unico giocatore in doppia cifra di media nelle prime due giornate in tutto il campionato e assist-man della storia delle VuNere, eguagliando prima e superando poi Tony Taylor. 

Dopo qualche anno in sordina dopo il ritorno nella massima serie, fatta eccezione per la vittoria della Basketball Champions League, ora il club ha costruito un roster degno delle prime posizioni in classifica e forse l’unica che, insieme alla Reyer, possa contrastare la corazzata Milano quest’anno capeggiata dal grande ritorno di Ettore Messina, vincitore proprio con la Virtus dell’ultima Eurolega vinta da una squadra italiana.

Due squadre costruite in maniera diversa e con obiettivi diversi quelle con sede a basket city, che ritorna a respirare basket a 360 gradi. La virtus vuole tornare ad essere protagonista in Italia e soprattutto in Europa: il passaggio dalla BCL alla partecipazione all’Eurocup (già una convincente vittoria all'esordio in casa di Ulm, che evoca dolci ricordi per Brindisi per una storica vittoria all'ultimo secondo alla Ratiopharm Arena) conferma l’ambizione del club di voler ritornare competitivo anche nelle competizioni europee di spessore, guardando già all’Eurolega. La firma di Marco Delia, fresco vincitore dell'argento mondiale con l'Argentina e giocatore di 209 centimetri dalla grande esperienza europea, va sulla strada di essere ancora più competitivi. Obiettivo dichiarato della Fortitudo è invece sicuramente la salvezza: ciò non toglie che possa rivelarsi una delle sorprese di questa stagione. Società, squadra e tifosi hanno tutte le carte per esserlo e l'inizio di campionato ha già regalato punti importanti che potranno essere utili per il futuro. Sono tutte avvisate, le bolognesi quest'anno fanno davvero sul serio

Chiara Masiello

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.