banner sito COL 950x350

x

La Fortitudo è travolta. Ecco il vero volto di Varese

Nel giro di dieci giorni, tanti ne sono passati dalla scoppola casalinga patita con Sassari, la Openjobmetis Varese ha travolto Trieste e Fortitudo Bologna, tornando nel gruppo delle squadre che tallonano le due capolista Virtus e – proprio – Banco di Sardegna. Ancora senza Clark, la squadra di Caja ha dominato il match interno (83-60) contro un'antica nemica, quella “Effe scudata” che aveva vinto le prime due gare di campionato e che invece all'Enerxenia Arena è uscita presto dalla partita.

Dopo un primo quarto equilibrato (17-15), Varese ha preso in mano l'inerzia del gioco e disputato un secondo periodo eccellente su entrambi i lati del campo: 8 punti a testa per Vene e Jakovics, palle perse a raffica della Pompea contro una difesa di Caja precisa e affamata. Così il divario si è aperto, con Mayo a siglare anche la clamorosa tripla del 49-31 a un soffio dall'intervallo.

leggi anche: Tutti avvisati, è tornata "Basket city a Bologna" 

JAKOVICS E SIMMONS LE SPINE NEL FIANCO - Dopo la pausa lunga Aradori ha infilato due bombe che hanno costretto Varese al timeout, ma il rientro si è tramutato in un 7-0 biancorosso che ha subito ricostruito il margine di vantaggio. Robertson, dall'arco, ha provato a rispondere, ma la serata di grazia di Jakovics (alla ricerca del prolungamento fino al termine della stagione) e il dominio di Simmons in area hanno tenuto lontano qualsiasi pericolo. Nel cuore dell'ultimo periodo, addirittura, la Openjobmetis ha toccato il +29 e a quel punto si è un po' placcata consentendo alla Fortitudo di rosicchiare qualche punto. Ma il verdetto è quello del KO a favore dei padroni di casa in una partita vietata ai tifosi ospiti (presenti solo quelli – una ventina – non residenti in provincia di Bologna). Ora per Varese c'è la pausa dovuta al calendario con 17 squadre: Ferrero e soci ripartiranno contro l'altra Bologna, la Virtus capolista, in trasferta. La squadra di Martino invece è attesa dal match interno tra neopromosse contro la De Longhi Treviso.

IL TABELLINO

OPENJOBMETIS VARESE – POMPEA F. BOLOGNA 83-60 (17-15, 49-31; 70-46)

VARESE: Mayo 15 (3-6, 3-8), Tambone 8 (2-5, 1-2), Peak 6 (0-2, 1-3), Vene 19 (3-6, 4-7), Simmons 9 (4-6); Tepic 3 (0-2, 1-1), Jakovics 19 (3-6, 4-6), Natali 2 (1-1, 0-2), Gandini (0-1), Ferrero 2 (1-5). Ne: Devita, Seck. All. Caja.

F. BOLOGNA: Robertson 15 (1-2, 4-7), Fantinelli 7 (1-2, 1-1), Aradori 18 (2-6, 4-10), Leunen 7 (2-2, 1-4), Stephens 2 (1-1); Cinciarini 4 (2-4, 0-2), Mancinelli 3 (1-4, 0-1), Dellosto (0-1, 0-1), Daniel (0-2), Stipcevic 4 (1-2 da 3). All. Martino.

ARBITRI: Begnis, Giovannetti, Di Francesco.

NOTE. Da 2: VA 17-41, BO 10-24. Da 3: VA 14-29, BO 11-28. Tl: VA 7-11, BO 7-12. Rimbalzi: VA 44 (15 off., Simmons 13), BO 30 (5 off., Fantinelli 8). Assist: VA 15 (Simmons, Mayo 4), BO 11 (Leunen, Fantinelli 3). Perse: Va 8 (Tambone 2), BO 12 (Mancinelli, Leunen 3). Recuperate: VA 5, Bo 1. Spettatori: 4.037.

leggi anche: Teodosic, esordio da favola. Bologna aggancia Sassari

 Damiano Franzetti - www.varesenews.it

foto di repertorio

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.