banner sito COL 950x350

x

Serie A, pubblico in crescita. Brindisi ottava per incassi

Happy Casa Brindisi - Banco di Sardegna SassariCrescono gli spettatori della Serie A PosteMobile nella stagione regolare appena conclusa: superata la media di 4.000 spettatori (4.003) e migliorato del 6,3% il dato della scorsa stagione, quando la media era stata di 3.753 spettatori. Si tratta del dato di affluenza più alto dalla stagione 1997/98, quando la media raggiunse quota 4.050. I dati sono stati diffusi dalla Lega Basket e sono stati rilevati attraverso i modelli C della SIAE che registrano i biglietti effettivamente venduti.

C'è un piccolo giallo intorno a quesrti dati. Secondo Pianetabasket.com non sarebbero comparati alla stagione 2017/18 ma a quella ancora prima per un semplice motivo: i dati della passata stagione non sono mai stati pubblicati dalla Lega Basket. Forse perchè, sostiene Umberto De Santis, che ha firmato l'editoriale, era andata peggio dell'anno prima. In effetti, facendo anche noi una ricerca, si trovano in rete i dati del girone di andata della stagione 2017/18, pubblicati il 9 marzo 2018 e comparati al girone di andata dell'anno prima, e i dati complessivi, stagione regolare+play off, pubblicati il 28 giugno 2018. Mancano i dati della stagione regolare del 2018 a fine girone di ritorno. 

In pratica, nel 2016/17 gli spettatori sono stati 927.094, e questo è un dato certo e pubblicato, che scendono, ma è una stima, a 900.720 l'anno successivo, per risalire a 960.823 in questa stagione. La variazione di 60 mila spettatori è dovuta quasi esclusivamente alla retrocessione di Capo d'Orlando (29.747 spettatori nel 2016-17) sostituita dalla matricola Trieste (87.035). Gli incassi totali sono pari a 12.602.781 euro, per una media a partita di 52.512 euro. Si tratta della media di incasso più alta della storia della Serie A dalla stagione 1978/1979: il record precedente era stato registrato nella stagione 97/98 con 52.412 euro.

BRESCIA LA MIGLIORE, BRINDISI OTTAVA - Il trend positivo riguarda per prima la Germani Brescia, che ottiene una crescita del pubblico pari al 13,4%, la migliore del campionato, frutto anche dell’apertura del Pala Leonessa. Le voci positive sono però bilanciate da effetti negativi di altre società. Un esempio: l'Olimpia Milano ha avuto 126.081 spettatori nel 2016-17, 111.139 nel 2018-19, il calo è di 14.842 spettatori. E con 1.137.111 euro di incasso nella stagione regolare appena conclusa, l'AX non ha pagato nemmeno lo stipendio di Kuzminskas.

La Happy Casa Brindisi, con 765.769 euro (51.051 di media), è ottava assoluta nella classifica degli incassi. Nel rapporto tra incassi e capienza, la squadra brindisina si colloca al terzo posto con l'88,9 per cento, mentre è soltanto quart'ultima nel totale spettatori per la stagione 2018/19 con 47.147 presenze al Pala Pentassuglia davanti soltanto a Pistoia, Cremona e Avellino. Le cifre, sia in termini di incassi che di presenze,non comprendono la partita di play off giocata contro la Dinamo Sassari, ma si tratta comunque di cifre interessanti per le casse della società bianco azzurra. Brindisi, con 16,24 euro, è anche nella fascia più alta nella media biglietto, ovvero quella tra i 15/22 euro. Più cari sono solo quelli di Sassari (17,53), Reggio Emilia (19,80) e Bologna (21,44). I più bassi a Torino, 7,70, e Pesaro con 8,98 euro.

leggi qui il grafico completo della Lega Basket

MILANO PRIMA PER AFFUENZA, BOLOGNA PER BOTTEGHINO - La A|X Armani Exchange Milano guida la classifica della maggior affluenza con 7.409 spettatori di media seguita dalla neopromossa Alma Trieste con 5.802. Al terzo posto la Segafredo Virtus Segafredo Bologna con 5.094. Alle loro spalle aumenta il numero di società che superano la soglia delle 4 mila presenze: sono nell’ordine il Banco di Sardegna Sassari (4.340), la Germani Basket Brescia (4.253 spettatori al Pala Leonessa, in crescita del 13.4%, la più alta della stagione), l’Openjobmetis Varese (4.214) e la Victoria Libertas Pesaro con 4.115.

Tutte di Milano le tre gare della regular season con più pubblico. Si tratta delle sfide con Openjobmetis Varese (12.005 spettatori), Vanoli Cremona (8.062) e Segafredo Virtus Bologna (7.955). Per quanto riguarda il botteghino, sono invece tutte di Bologna le gare con il maggior incasso, disputate al PalaDozza di Bologna, casa della Virtus: con l’A|X Armani Exchange Milano (130.230 euro), con l’Happy Casa Brindisi (119.854 euro) e con la VL Pesaro (119.738 euro).

leggi anche: Nuovi palasport, a Brindisi la svolta, Venezia rinvia

Marino Petrelli

ph: Giannuzzi (Ciamillo/Castoria)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.