banner sito COL 950x350

x

Italbasket, media day e raduno. Petrucci fiducioso

L'avventura verso la Cina è ufficialmente cominciata con il media day negli studi di Sky Sport, che sarà la televisione ufficiale di tutta la competizione mondiale. Una giornata alla quale abbiamo partecipato e vissuto con grande emozione. Alla fine il presidente federale Gianni Petrucci ci dirà di "credere in questa squadra e sognare le Olimpiadi. A Mosca battemmo la Russia davanti a 40 mila persone, al pre olimpico abbiamo appassionato tutti i tifosi, in Cina possiamo fare bene. I presupposti ci sono. La Nazionale non avrà stazza fisica, ma il gruppo è buono e il nostro allenatore sarà bravissimo a trovare le chiavi giuste per stimolare i giocatori"

Nel suo intervento, il CT Meo Sacchetti guarda sì al Mondiale, ma non solo: “Per ogni atleta il sogno è partecipare all’Olimpiade. Anche il Mondiale è un traguardo importante, ma i Giochi sono qualcosa di particolare. Ho avuto la fortuna di partecipare all’edizione di Mosca 1980, argento e a quella di Los Angeles 1984, quinta classificata, e ancora mi commuovo quando ne parlo. Delle Qualificazioni al Mondiale mi ricordo due canestri: quello di Filloy contro l’Ungheria e quello di Brian (suo figlio, ndr) contro la Lituania. Sono stati momenti cruciali, segnati da giocatori che stavano giocando poco. Ecco, per la Cina dovremo riuscire a trovare un equilibrio giusto tra tutti. Se lo troveremo, probabilmente faremo molto bene”.

Intanto dovrà pensare alla scelta dei 12 da portare a Foshan. Per Pinzolo, dove si svolgerà la prima parte del raduno fino al 29 luglio, sono partiti in diciassette: Abass, Aradori, Belinelli, Biligha, Brooks, Cinciarini, Datome, Della Valle, Filloy, Gallinari, Alessandro Gentile, Hackett, Moraschini, Ricci, Sacchetti, Tonut, Vitali Luca e Vitali MIchele. Una prima scrematura aveva escluso Flaccadori, Moretti, Pascolo, Polonara e Tonut. Daniel Hackett, dopo il polemico botta e risposta dei giorni scorsi nei confronti della Federazione, arriverà il 26, Nicolò Melli, verrà valutato a metà agosto inoltrato. Ma le possibilità di vederlo sull'aereo per la Cina sono davvero esigue a causa dell'intervento al ginocchio a cui è stato sottoposto ai primi di luglio e che necessita ancora di cure. Intanto, il giocatore si è sposato e alla festa ha partecipato anche uno scatenato coach Obradovic in sneakers bianche sotto al vestito elegante

leggi qui il programma completo della preparazione azzurra

IL CAMMINO AZZURRO VERSO FOSHAN - Gli azzurri disputeranno due tornei, a Trento e Verona, poi a metà agosto si trasferiranno ad Atene dove parteciperanno al prestigioso torneo dell'Acropolis con i padroni di casa della Grecia, la Turchia e la Serbia. Dal 22 agosto si vola in Cina e dal 26 tutti a Foshan, città da sette milioni di abitanti, dove il 31 agosto scattano i mondiali con l'esordio contro le Filippine alle 13.30 ora italiana. Il fuso orario è di sette ore in più da quelle parti. Lunedì 2 settembre alle 9.30 affronterà l'Angola, infine mercoledì 4 settembre si giocherà presumibilmente il primo posto contro la fortissima Serbia alle 13.30.

Passano il turno le prime due, poi l'incrocio col girone C di Spagna, Iran, Porto Rico e Tunisia. La seconda fase si giocherà dal 6 al 9 settembre. Quarti 10 e 11 settembre, semifinali il 13, la finale a Pechino il 15 settembre. In totale si giocheranno 62 partite in 16 giorni.

leggi qui tutti gli orari partita per partita

Sarà la nona partecipazione degli azzurri ad una competizione iridata dal 1950 ad oggi, l’ultima volta è stato nel 2006 attraverso una wild card. L’ultima volta sul campo risale invece al 1998 in Grecia quando la qualificazione fu acquisita l’anno precedente con la medaglia di argento conquistata agli Europei a Barcellona. I migliori piazzamenti restano il quarto posto ottenuto in Jugoslavia nel 1970 e quello nelle Filippine nel 1978.

leggi qui la composizione dei gironi

AI MONDIALI CI SI GIOCA ANCHE LE OLIMPIADI 2020  - Attraverso il Mondiale si potrà accedere ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, che vedranno in campo 12 Nazionali. Avranno accesso diretto al torneo giapponese 7 squadre: le prime due europee, le prime due americane, la prima africana, la prima asiatica e la prima dell’Oceania. Altre 16 squadre del Mondiale si qualificheranno per i tornei pre-olimpici, insieme alle 8 wild-card, 2 per ogni FIBA Region, che saranno assegnate dalla Federazione internazionale. I gironi saranno da 6 squadre ciascuno, solo la prima accederà ai Giochi. Il Giappone è già qualificato, come paese ospitante.

leggi anche: Le nazionali siano da traino per tutto il movimento

Marino Petrelli

ph: Ciamillo Castoria

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.