Esclusiva SM, le prime parole di Sottana al Fenerbahce

giorgia sottanaNella vita di uno sportivo si aprono improvvisamente si aprono strade che sarebbe delittuoso non percorrerle e quella che si è aperta dinanzi alla nostra Giorgia Sottana è una di quelle strade che ti portano in una terra piena di fascino ed in una squadra tra le più forti e ricche del continente che ha come obiettivo vincere, vincere e vincere tra i confini nazionali ed europei. “Inizio un capitolo nuovo in un momento inaspettato - dice Giorgia in esclusiva per Supporter’s Magazine -. Per questo ha un sapore diverso da ogni altra esperienza”.

Il Fenerbahce e coach Firat Okul hanno fortemente voluto il play azzurro ed un blitz, durante la sfida di Eurolega tra BLMA e Fenerbahce, dei dirigenti turchi ha aperto la strada per il trasferimento di Sottana. Fener che annovera tra le sue fila giocatrici del calibro di Ana Dabovic e Kelsey Plum senza dimenticare Anastasya Verameyenka e Aerial Powers un bel banco di prova per la nostra Giorgia che saprà senza dubbio mettersi in luce anche sulle sponde del Bosforo. "E’ una sfida da far tremare i polsi, non nascondo un po' di paura ma anche altrettanta felicità e gratitudine – continua Giorgia – di essere in uno dei più forti club d’Europa al momento e competere per vincere qualcosa di importante”.

I RINGRAZIAMENTI, POI IL PRIMO ALLENAMENTO - Il trasferimento ha creato qualche polemica oltralpe, nella squadra francese di appartenenza, ma il play di Villorba non si scompone più di tanto anzi da grande persona qual è manda parole di ringraziamento al BLMA: "Vorrei ringraziarli di cuore, in questi mesi mi hanno dato tanto a livello sportivo ed umano e mi hanno permesso di lasciare la squadra comprendendo l’importanza di questa opportunità”. Per chi segue le prestazioni di Sottana da qualche anno non è certo sfuggita la crescita esponenziale nel gioco e nella personalità (che non è mai mancata) del play di Villorba.

Anche qui Sottana ha il desiderio di ringraziare “due persone che per me hanno avuto un ruolo fondamentale nel mio percorso verso questo sogno che si avvera. Andrea Capobianco, coach e persona, che due anni fa mi ha portato a farmi delle domande davvero scomode per migliorarmi come giocatrice e come donna, al quale sarò sempre grata. Gabriele Bani, mio mental coach, che dopo essermi date le risposte a quelle fastidiose domande, nell’ultimo anno e mezzo ha lavorato con me ogni giorno per aiutarmi a raggiungere gli obiettivi che avevo in mente, insegnandomi cose nuove che mi hanno fatto crescere sotto tutti i punti di vista, al quale non dirò mai grazie abbastanza”.

Giorgia ha già svolto il primo individuale ed oggi sarà il giorno del suo primo allenamento con le sue nuove compagne. "Sarà una bella sfida, incredibile esperienza sportiva e di vita - conclude Giorgia -. E' un vero onore indossare questa maglia. Let’s go Fener”. Come sempre, noi saremo in prima linea nel seguire il cammino di Giorgia in Turchia che continuerà a dare lustro a tutto il movimento femminile italiano.

Giuseppe Errico

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.