Esclusiva SM, saremo al fianco di "She got game"

L’abbiamo aspettato per mesi, abbiamo seguito ogni parte della sua realizzazione, adesso è tutto pronto: She Got Game, il docu-film sul movimento del basket femminile in Italia, è pronto e presto sarà nelle sale italiane e non solo. Tra le tappe italiane, la produzione ha scelto anche Brindisi e noi di Supporter's Magazine saremo media partner esclusivi per la prima visione in Puglia.

La pellicola realizzata dalla regista Silvia Gottardi e prodotta da Annalisa Zanierato (Pantera Film) analizza il mondo del basket rosa in tutto tondo, senza ipocrisie e senza veli, cercando di dare allo stesso quel riconoscimento che merita ed individuando le difficoltà che ancora oggi tengono nel sommerso un lato dello sport, quello femminile, ancora non troppo celebrato e conosciuto.

“C’è una grande attenzione intorno a questo progetto, sono anche io stupita di quanta c’è ne sia – racconta ai nostri microfoni Annalisa Zanierato –. Abbiamo venduto il film ad Amburgo ed abbiamo contatti per venderlo in Russia a Miami ed a New York. E cosa eccezionale stiamo per chiudere la vendita con l’Arabia Saudita un paese che sta cercando di fare molte riforme per le donne con il progetto di una scuola di basket femminile”. Se l’obiettivo del film era quello di cercare di dare una spinta a far meglio al lato rosa del basket è un obiettivo centrato prima ancora dell’uscita della pellicola.

BRINDISI TRA LE TAPPE DEL TOUR - “Prima italiana che sarà nella seconda metà di ottobre (probabile Schio come sede, ndr) – continua Zanierato – e vedrà la partecipazione di tutta la troupe e delle protagoniste del docu-film. Prima di questa data abbiamo un paio di appuntamenti importanti ad esempio siamo state invitate al Matera International Sport Film Festival, saremo a Napoli per l’Opening Day del campionato e poi ci sarà una sorpresa che al momento non possiamo svelare”.

“Quello che posso dire – continua la produttrice – è che saremo con la proiezione anche a Brindisi che è una grande città di basket ed avremo voi di Supporter’s Magazine come punto di riferimento per la prima in Puglia”.

IL PROGETTO NATO IN UNA TELEFONATA Quando basta una telefonata, ossia quella tra due amiche Silvia Gottardi e Annalisa Zanierato, per far scattare la scintilla ed accendere l’idea del film, senza dubbio la parola magica è entusiasmo. "ed è quello che abbiamo trovato in noi fin dall’inizio, non avevamo l’idea di farlo per soldi ma volevamo fare qualcosa per il movimento che amiamo tanto – dice Zanierato – ed è anche l’entusiasmo che abbiamo trovato in tutte le persone che abbiamo contattato per la realizzazione del tutto, primi tra tutti Lega Basket Femminile e GIBA che ancora oggi ci sostengono che ringrazio e ringrazierò sempre”.

“Questo fa da rovescio della medaglia per false promesse che abbiamo ricevuto da alcuni sponsor ed enti. A dirla tutta non ci avevamo fatto tanto affidamento e non ci hanno creato danni – aggiunge con una punta di delusione –. dal lato umano ci hanno dato l’ennesima dimostrazione che in giro ci sono tante belle persone ma anche tanti affabulatori negativi di troppo successo”.

DONNE ALLA RISCOSSA NELLO SPORT - Mondo dello sport femminile che proprio in questo fine settimana ci ha regalato l’esaltante finale degli U.S. Open di tennis dove si è vissuta la cavalcata entusiasmante di Flavia Pennetta e Roberta Vinci. "Ci sono emozioni che solo lo sport può regalare – prosegue ancora un'entusiasta Zanierato a SM –. Le vivevo in mezzo al campo da atleta e le vivo ora da ex guardando partite meravigliose come queste. Per una donna di sport vedere delle partite del genere come quella fatta dalla Vinci contro la Williams a prescindere dal fatto che sia basket, calcio o tennis è da orgasmo multiplo”.

“Vorrei fare un ringraziamento a Silvia Gottardi, siamo amiche da venticinque anni – dice al termine della nostra intervista Zanierato – ma è la prima volta che lavoriamo insieme ed ho scoperto una persona seria, entusiasta, intelligente, grandissima lavoratrice. Merita grandi palcoscenici e spero che anche questo docu-film le dia la giusta attenzione mediatica che merita senza dubbio”.

Giuseppe Errico

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.