Pistoia, ecco il "closing". Arrivano i soci Usa

Scritto da Redazione on . Postato in Blog

DSC_5039-1024x683Un tempo c’erano Dodo Rusconi, Joe Bryant e Ron Rowan, oggi ci sono Nicola Brienza in panchina, Moore e Willis in campo. Con Varnado e Ogbeide che a Cremona fanno faville (entrambi in doppia doppia per punti e rimbalzi) e regalano l'undicesima vittoria in questo campionato per PIstoia. Poi è arrivata la dodicesima a Napoli e una salvezza ormai certa che fa guardare ai play off, nonostante la sconfitta interna contro Treviso alla penultima giocata.

Infine la tredicesima sinfonia a Bologna, in casa della Virtus prima in classifica e avanti di 19 punti ad inizio terzo periodo. Poi l'incredibile rimonta, l'ultimo periodo da 10-32, le triple di Rowland, sette su otto tentativi. E ancora le "zingarate" di Willis, la doppia doppia di Ogbeide. La vittoria 93-100 con 450 tifosi al seguiro. Eh no, non è stato un pesce di aprile pur essendo il giorno dedicato agli scherzi. 

Insomma, Pistoia vola sul campoe ora anche fuori. La società aveva già confermato in una nota ufficiale quanto anticipato da alcuni di organi di stampa, ovvero che "in continuità con il percorso di valorizzazione del club, si sta valutando una partnership che prevede l'ingresso di investitori stranieri che affianchino l'attuale proprietà". Il 4 aprile tutto è diventato ufficiale. E' la stessa società ad informare che "le quote di maggioranza del club sono state cedute alla East Coast Sport Group Italia S.r.l. (veicolo societario italiano degli investitori americani), che ha contestualmente sottoscritto una porzione di aumento di capitale a immediato sostegno delle attività del Club".

La nota conferma una cosa già uscita, ovvero che "il capofila dei nuovi investitori americani è Ron Rowan, figura nota a tutto il mondo della palla a spicchi e soprattutto ai nostri concittadini, che per ben undici stagioni ha giocato in Italia fra la fine degli anni Ottanta ed il 2000 vestendo le maglie di Venezia, Napoli, Trapani, Reggio Emilia, Modena, Cantù, Trieste e Siena, fermandosi però per ben tre stagioni a Pistoia (tra il 1989 e il 1992 con oltre 3.700 punti segnati, ndr) per giocare con l’Olimpia, diventando un beniamino dei tifosi".

"Siamo ad un punto di svolta significativo per la nostra società – afferma il presidente Massimo Capecchi – è soltanto grazie all’impegno, ai sacrifici ed agli investimenti fatti nel corso degli anni dal sottoscritto e da tutti i presidenti che mi hanno preceduto, così come dai consiglieri, soci, sponsor e consorziati che ci hanno sostenuto. In questo momento mi sento di dire che l’emozione è grande e che si apre una grande opportunità per il Pistoia Basket, per la città e per l’intera Toscana". 

«Quando mi è stata prospettata la possibilità di entrare nella compagine societaria del Pistoia Basket 2000 sono stato immediatamente travolto da alcuni tra i ricordi più belli della mia vita – dichiara Ron Rowan – con i miei partner abbiamo valutato attentamente le potenzialità di una società storica, con un grande seguito di tifosi, che merita di far parte di un progetto che la porti in alto nel basket europeo. Ho coinvolto altri investitori legati, come il sottoscritto, da una grande passione per il basket e con adeguate capacità finanziarie. Persone che, dopo aver valutato attentamente il progetto, lo hanno sposato e sono entusiasti di iniziare questa avventura, proprio come me. Non escludo, inoltre, che anche ulteriori investitori ne faranno presto parte"

 Prossimamente sarà indetta una apposita conferenza stampa nella quale saranno comunicati gli obiettivi societari prefissati per il breve e medio periodo.

leggi qui la nota completa di Pistoia Basket 2000

RED

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.