Olimpiadi, il Giappone estende lo stato di emergenza

Scritto da Redazione on . Postato in Blog

tokioI Giochi olimpici di Tokyo continuano a rimanere avvolti nell'incertezza. Il Giappone ha esteso il suo stato di emergenza per il coronavirus alle prefetture di Hokkaido, Okayama e Hiroshima, dove il conteggio dei casi quotidiani è in aumento. La misura ora copre nove prefetture, tra cui Tokyo e Osaka, ed è in vigore fino al 31 maggi

Per questo motivo, esperti medici e altri hanno espresso preoccupazione per gli atleti provenienti da tutto il mondo poiché il Giappone sta assistendo a un continuo aumento delle infezioni da coronavirus. Hanno anche citato il possibile impatto dei Giochi sul sistema sanitario del paese.

Un sondaggio NHK di questo mese ha chiesto come dovrebbero svolgersi i Giochi Olimpici e Paralimpici. Il due percento degli intervistati ha affermato che dovrebbero svolgersi nel modo in cui sono stati svolti i giochi precedenti. Il 19 per cento ha chiesto un limite al numero di spettatori. Il 23 per cento ha sostenuto l'idea di tenere i Giochi senza spettatori, mentre il 49% ha affermato che gli eventi dovrebbero essere annullatii

Qualche settimana fa, il ministro per le riforme amministrative e normative, Taro Kono, aveva lanciato l'allarme nel corso di una conferenza stampa, sollevando nuovi dubbi sulla possibilità che l'evento si svolga regolarmente: "Vista la situazione del coronavirus, tutto può succedere - ha dichiarato - Il comitato organizzatore e il Cio devono pensare ai piani alternativi". Il Comitato olimpico internazionale aveva smentito le voci diffuse dal giornale britannico Times secondo cui i giochi saranno cancellati. Dal 25 marzo la fiaccola olimpica ha cominciato il suo cammino verso Tokyo, pur senza pubblico sul percorso. Ora, la situazione epidemiologica in Giappone potrebbe fermare tutto. 
 
RED

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.